ciao!!

ciao!!

benvenuto nel mondo dei sogni..

tutti abbiamo un sogno!! il mio è quello di realizzare tutto (o quasi) quello che vedo nella realtà in scala 1:12!!

TU SEI IL VISITATORE NUMERO...

venerdì 10 luglio 2015

Gita sulla costiera Amalfitana

Ciao a tutti, come state??? è passato troppo tempo per raccogliere in un unico post le cose accadute in questi mesi... e comunque non sono poi così interessanti... ah ah ah! ne parlerò in un altro momento....
Oggi vorrei invece raccontarvi la mia gita (di un solo giorno) a Amalfi, perla del Mediterraneo, meta turistica rinomata in tutto il mondo!!
Amalfi è stata una delle quattro potenti repubbliche Marinare, che nel Medioevo (839-1135) intrecciò relazioni feconde con altri Paesi, in particolare con l'Oriente.
Testimone del suo glorioso passato è il complesso monumentale del Duomo, che comprende il chiostro "Paradiso", la basilica del Crocifisso, la cripta di San Andrea e la Cattedrale.
Volete visitarli con me?


Il chiostro "Paradiso" è l'antico cimitero dei nobili di Amalfi realizzato tra il 1266 e il 1268.
Il chiostro racchiude un piccolo delizioso giardino, circondato da 120 esili colonnine che sostengono archi intrecciati dal forte sapore d'oriente.


Lungo la galleria sinistra del chiostro, sono esposti i resti degli antichi amboni bizantini della Cattedrale, preziosamente decorati con mosaici.


Proseguendo, sul lato nord possiamo ammirare il campanile della cattedrale, con la torre campanaria ornata di maioliche di stile moresco.


Nell'angolo destro del chiostro, c'è una piccola cappella con mirevoli affreschi in stile "giottesco" risalenti alla seconda metà del 300. Come potrete notare, è probabilmente in via di restauro...



Concluso il giro del chiostro, si accede alla basilica del Crocifisso, il cui nucleo originale risale al 596, dove è allestito un interessante museo che raccoglie antichi reperti religiosi, il "tesoro del Duomo" consistente in calici, mitre, croci tempestate di pietre preziose, ostensori in argento e pianete riccamente ricamate.


L'oggetto che ha attirato maggiormente la mia attenzione però è stata questa scatola, è un reliquiario di osso di bue, realizzato tra la fine del XIV e l'inizio del XV secolo.
Se guardate con attenzione, è decorata con scene di vita e martirio dei santi Cosma e Damiano, perchè conteneva le loro reliquie.


Un altro oggetto curioso presente nel museo, è una rara lettiga da viaggio, di cui si servivano i vescovi: è un cimelio finissimo del XVIII secolo!!


Prima di uscire dalla Basilica del Crocifisso, che in origine era la vecchia Cattedrale, ho fotografato questa dolcissima madonna, un affresco senese del Trecento, vicina all'accesso alla sottostante cripta.


La cripta è il cuore di Amalfi, perchè qui si conservano il capo e le altre ossa di Sant'Andrea, il primo discepolo di Gesù.
Dopo aver evangelizzato la Grecia fino a spingersi all'odierna Russia, il Santo fu crocifisso a Patrasso.
Di lì il suo corpo fu trasportato prima a Costantinopoli e successivamente ad Amalfi durante la IV crociata, dove giunse l'8 maggio 1208 e nascosto nella cripta, fatta costruire per l'occasione dal cardinale Pietro Capuano.
Dalle ossa del santo da ben 750 anni si raccoglie la "manna", un liquido denso che è sempre comparso sul sepolcro dell'apostolo, sia a Patrasso che a Costantinopoli.
Per gli abitanti della città marinara è un segno di intensa spiritualità.
Chi poi ha la fortuna di visitare la città nei giorni del 27 giugno e del 30 novembre, ha anche l’occasione di partecipare allegramente, insieme alla comunità, alla festa dedicata al Santo patrono Andrea, protettore dei pescatori. Entrambe le date sono legate alla figura del santo: il 30 novembre si celebra la morte avvenuta nel 60 d.C., il 27 giugno si festeggia l’anniversario del miracolo a lui attribuito del 1544, quando salvò la città dall’invasione dei pirati, scatenando una violenta tempesta nel porto.
La statua di "o’ vecchio" è portata da una congregazione in processione lungo la città fino a giungere in spiaggia, dove ci sono i pescatori ad aspettarla. Per omaggiare il Santo, i pescatori gli donano pesce, lo prendono in spalla e lo portano di corsa verso il Duomo.
E’ proprio in questo momento che si verifica il miracolo di Sant’Andrea con la fuoriuscita dalla tomba, che ne conserva le reliquie, della manna.
E’ un esplosione di gioia, tutti si abbracciano nei festeggiamenti che terminano a notte fonda con gli spettacolari fuochi pirotecnici.


La cripta si presenta oggi nella forma barocca voluta nel 1600 dal re di Spagna Filippo III.


La volta è affrescata e decorata con stucchi, mentre l'altare centrale accoglie la grande statua di bronzo del Santo Andrea, alta oltre due metri, che ricorda un pò il Mosè del Michelangelo!


Risalendo dalla seconda scala della cripta, si entra nella Cattedrale, costruita nel 1100, attigua alla basilica del Crocifisso.
Un tempo erano unite a formare un'unica chiesa di stile romanico a sei navate, successivamente furono separate e distinte.
Nel 1994 il restauro della "basilica del Crocifisso" ha eliminato la veste barocca, riportando alla luce lo stile medioevale.
La veste barocca rimasta intatta invece nella Cattedrale è veramente sontuosa, con i suoi marmi policromi, il ricco soffitto a cassettoni, e grandi tele risalenti ai primi del 1700, esposte nelle navate laterali, rappresentanti il martirio di san'Andrea.




Purtroppo molte foto non ho potuto farle per mancanza di luce e il flash era vietato!!
Accontentatevi di queste poche...
In una delle nicchie laterali si conserva la bara di Gesù morto, che viene portata in una suggestiva processione la sera del Venerdì Santo.



Nell'atrio della Cattedrale si possono ammirare la prime porte di bronzo, portate in Italia da Costantinopoli. Sono il dono di Pantaleone, un potente nobile di Amalfi.



Dalla piazza antistante il Duomo non sono riuscita a fotografare il totale della maestosa Cattedrale, a cui si accede da una lunghissima scala!!


Di fronte alla scala della Cattedrale c'è una fontana, utilissima per rinfrescarsi...


Amalfi oggi è una piccola città marinara, che conserva nei suoi stretti viottoli il fascino di un glorioso passato.


Incastonate come conchiglie sulla roccia, oltre ai soliti negozi di souvenir, ho trovato molte curiosità! Un presepe in una fontana


un altro presepe in una stradina



botteghe artigiane con splendide, coloratissime terracotte


negozi di leccornie alimentari, come peperoncino lasciato all'aria a seccare


frutta fresca che spandeva il suo profumo per le strade... e naturalmente anche liquori artigianali ricavati appunto dalla frutta


e limoni, tanti limoni enormi


che ci hanno spinto a entrare in una gelateria, per gustare un ottimo sorbetto al limone!!!


Era tanto tempo che desideravo visitare Amalfi, è stato davvero piacevole trascorrere una giornata qui!



La mia breve gita è stata interessante e produttiva, avevamo programmato di fare anche il bagno ma è stato difficoltoso trovare un accesso al mare, perchè la strada litoranea è stretta e non consente la sosta delle auto.


Quasi un'ora di strada tortuosa, da Salerno, con curve a gomito e a volte anche pericolose


ma il panorama è stato mozzafiato!!


Mi scuso per il post così lungo ma spero di avervi incuriosito... e vi invito a trascorrere le vacanze in Italia, un Paese ricco di storia, di antiche tradizioni e di paesaggi meravigliosi!!
Buone vacanze a tutti!!


8 commenti:

  1. Che bel reportage! Che mi sono persa....o meglio che ho fatto perdere a mia madre tanti anni fa....avevo tre anni quando siamo stati a Sorrento ospiti in un albergo di lusso e charme per una multinazionale del petrolio. Mio padre doveva assistere ad un loro stage di lavoro di alcuni giorni e moglie e figli potevano essere ospiti. Ricordo ancora il viaggio a Capri in Aliscafo, ma per l'escursione ad Amalfi feci i capricci, volevo il papà ! :-D
    Addio Amalfi, allora!

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Caterina,
    Che bellissime fotos. Ci sono stato con il mio marito 7 anni fa e mi e piacuto molto.
    Un grande abbraccio,
    Giac

    RispondiElimina
  3. Hi Caterina! It is wonderful to see you posting again.... and such a beautiful topic too! I wish I could travel to see your beautiful country! You have given me a great "armchair tour"!!! I Love the Nativities in the fountain and along the street... we have nothing like that here! And the history of the Church was great to learn! I am glad you were able to visit and to share it with your blogfriends! Happy Summer!

    RispondiElimina
  4. I am happy to have given to you, and all of you readers of my blog, a way to visit my country, even if only virtually... ahahaha!
    Italy is a fantastic country, full of surprises, I hope you come to see and touch with your hand .. thanks for leaving your comments, a hug and happy summer to you too!

    RispondiElimina
  5. Explendido viaje y preciosas fotos.
    Um abrazo
    Maite

    RispondiElimina
  6. Sono stata ad Amalfi l'ultima volta l'anno scorso. E' stato bellissimo "ritornarci"! Grazie Caterina!

    RispondiElimina
  7. Wow che posto incantevole! Ci sono delle foto che sono una vera ispirazione per dei mini progetti... grazie per averle condivise!

    RispondiElimina
  8. Qué ciudad más bonita Caterina, y muy interesante su historia. Muchas gracias por compartirla con nosotros. Besos.

    RispondiElimina

grazie del tuo commento!
thanks for your comment!
gracias por tu comentario!
Vielen Dank für Ihren Kommentar!
Kiitos kommentoida!
Merci pour votre commentaire!
Obrigado pelo seu comentário!

CIAO!!!!! :))
Caterina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.

Comment moderation has been enabled. All comments must be approved by the blog author.

La moderación de comentarios está habilitada. Todos los comentarios deben ser aprobados por el autor del blog.

che giorno è?

CHE TEMPO FA???

IL COMPLEANNO DEL MIO BLOG

IL MIO COMPLEANNO

DISCLAIMER

I miei lavori sono opera del mio ingegno e della mia creatività, dichiaro con la presente di non esercitare l’attività del commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale bensì di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alla discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98 il quale, viceversa, regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Con la presente dichiaro quindi, ai fini dell’applicazione dell’art. 4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo del 31 Marzo 1998 n. 114 di esporre e di porre in vendita, in maniera occasionale e saltuaria, prodotti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, che rientrano quindi nell’art. 4 comma 2 del D. Lgs 114/98 e non essere obbligata, di conseguenza, ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.

Molte delle immagini che vedete qui sono il risultato della mia creatività mentre quelle reperite da internet sono di proprietà dei rispettivi autori. L'utilizzo è a compendio del testo per una maggiore efficacia dell'informazione. Il link dove conosciuto è stato specificato (sia per le immagini che per i testi). Qualora qualche immagine dovesse involontariamente violare il copyright o l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente o aggiunto il giusto link di riferimento. L'e-mail è nel mio profilo.

The use of images in this pages is for a better comprehension of texts. All the images are a link. If any pictures are copyright protected, they will be deleted from my blog upon notification.