ciao!!

ciao!!

benvenuto nel mondo dei sogni..

tutti abbiamo un sogno!! il mio è quello di realizzare tutto (o quasi) quello che vedo nella realtà in scala 1:12!!

TU SEI IL VISITATORE NUMERO...

mercoledì 15 febbraio 2012

COCKERINA A MILANO, ovvero: "Cronaca del viaggio sventurato di una casalinga disperata, ma fermamente intenzionata a realizzare il suo sogno..."

Quella notte, Cockerina fece un sonno agitato, vuoi dal timore di affrontare un viaggio da sola, dopo tanti anni, vuoi dai sensi di colpa per dover momentaneamente lasciare a casa la famiglia, vuoi per la grande emozione di poter finalmente raggiungere l'agognata meta: MINIATURITALIA, la Fiera che avrebbe dovuto visitare un anno prima e che, forse, le avrebbe dato anche soddisfazioni a livello personale...
I suoi dubbi le impedivano il riposo, ma ella, vinta dalla stanchezza, riuscì a fermare nella sua mente un unico pensiero "ce la posso fare.. ce la DEVO fare!!" e così, si addormentò...
Il mattino dopo, fresca come una "rosa... appassita", Cockerina si recò alla stazione dei treni del suo paesello, giusto in tempo per prendere l'ultima corsa utile che l'avrebbe portata in città, alla stazione centrale di Bari, dove l'attendeva il treno per Milano.
... O almeno, così ella credeva...!!
Il fato aveva in serbo per lei numerose amare sorprese, e ancora non immaginava come si sarebbe svolta la giornata!
Infatti, appena giunta a Bari, la nostra amica si predispose tutta pimpante nella sala d'aspetto, proprio nel momento in cui l'altoparlante annunciava che il suo treno, esattamente quello che aveva prenotato ben un mese prima, il treno che giust'appunto l'avrebbe condotta a Milano, era stato soppresso!!!!
"Gesù, Giuseppe e Maria!! e adesso, come faccio???".
Un attimo di panico gelò le sue ossa, ma la ragazza, che tutto sommato è intelligente, si preoccupò di chiedere informazioni in biglietteria, e le fu risposto che avrebbe potuto chiedere il rimborso del biglietto preventivamente pagato (e scontato), e fare il biglietto nuovo per il treno successivo, che sarebbe partito ben 4 ore dopo!!!... ma così facendo, avrebbe perso l'opportunità di usufruire dello sconto..
Disperata, Cockerina stava per chiedere consiglio a suo marito, al telefono, quando in quel momento un ragazzo le si avvicinò, chiedendo "Signora, lei è italiana? capisce la mia lingua?? se mi da qualcosa, io poi le offro il caffè..." era decisamente il momento sbagliato per fare nuove amicizie... quindi, immaginate la reazione????
Cokerina pensò che, prima di lasciarsi andare alla disperazione, avrebbe potuto chiedere maggiori informazioni presso l'Ufficio addetto alla "assistenza dei passeggeri" dei treni... e così fece.
Le fu comunicato che avrebbe sicuramente preso il treno successivo, senza per questo perdere il biglietto, e relativo sconto, fortunatamente!!!
Il bigliettaio che poco prima le aveva detto il contrario, era disinformato... oppure un deficiente!!
Restava il fatto che ora era lì in stazione, senza poter fare null'altro che aspettare.. ed era quasi ora di pranzo!!
Così, armata di santa pazienza, di grande forza fisica per sollevare il pesante borsone, e di forte volontà, ripetendo tra sè e sè: "ce la posso fare... ce la DEVO fare!!", Cockerina riprese il trenino per il suo paesello, e tornò tra le braccia consolanti del marito, giusto in tempo per preparare il pranzo, caricare la lavatrice, mangiare, lavare i piatti, per poi ritornare in stazione a Bari, tre ore dopo...
Franco la accompagnò in automobile, e proprio allora, cominciò a piovere furiosamente, come d'obbligo quando ella doveva affrontare un grande evento!!
Finalmente sul treno che la portava a Milano, Cockerina si accomodò, pensando che, tutto sommato, "va bene così, l'importante è arrivare, anche tardi...."
E così fu, infatti!!
A causa della tormenta di neve che lo perseguitò lungo tutto il viaggio, dal sud al nord Italia, il treno fece 45 minuti di ritardo!!
Così, la povera casalinga disperata, giunse a Milano a mezzanotte, come Cenerentola....
Impaurita, spaesata, e infreddolita.... "ce la posso fare, ce la DEVO fare".. era il suo costante pensiero...


Faceva freddo a Milano, molto freddo, come Cockerina non aveva mai sentito!!!
Come in "Totò, Peppino e la Malafemmina", Cockerina era imbacuccata nel suo pesante cappotto, e vagava per la Stazione Centrale di Milano semi deserta, alla ricerca dell'uscita...
Trovò la strada che la portava fino all'Hotel Michelangelo, luogo in cui avrebbe dormito, e ove sarebbe stata ospitata MINIATURITALIA, e lì, finalmente, incontrò un volto amico, anche se sconosciuto: Sonya, del blog Cannella e Melograno, la ragazza con cui avrebbe diviso la stanza, il tavolo alla Fiera, e le emozioni più belle degli ultimi 10 anni!!
I due giorni successivi furono frenetici.
Sveglia al mattino presto, colazione abbondante....


e poi, finalmente in sala, per disporre le miniature sul tavolo, giusto in tempo per l'ingresso dei visitatori.




Tutti quei vassoi, brocche, piatti in ceramica, e poi scatole di alimenti, quadri, libri, cestini, borse, e quant'altro, tutto in stile country...



Quante notti insonni per preparare tutto!!
L'emozione era tanta! Così tanta, che alla prima vendita, Cockerina non riuscì a calcolare il totale dei prezzi, e chiese aiuto alla fedele compagna Sonya, più razionale di lei in quel momento... che figuraccia!! 
Ma va bene così, "Ce la posso fare, ce la DEVO fare" pensò ancora una volta Cockerina... in fondo, è sufficiente calmarsi un pò...
Sì, a parole!!
Per tutto il giorno, e il giorno seguente, un fiume di gente si soffermava alla "bancarella" delle nostre due amiche, "Le Minis di Cockerina" e "Cannella e Melograno", ed era un susseguirsi di acquirenti, di perfetti sconosciuti, di semplici curiosi, di fotografi... ma anche di tantissimi amici!!
La cosa più bella di tutta la manifestazione, era il poter dare un volto ai nomi, e ai nickname che ormai si conoscevano da tempo su Blogger!!
Così, ci fu l'incontro con Alma e Lia, le nostre madrine affettuose e generose, con MariaRita, dal sorriso così dolce e rassicurante......


con Terry , una donna pratica e forte, e la sua amica Rosanna...



con Patrizia Crozzo, creatrice di meravigliose fate, con Marcella, grandissima artista di alimenti in Fimo, e ancora le dolcissime Lisa, e Mari@, e Patrizia Pillai, pimpante e entusiasta come una bimba!!


la bellissima Luisa, elegante come la sua casa...


e poi Roberta, e ancora Rosanna e sua cugina Alessia!!
Un turbinio di emozioni forti, abbracci, sorrisi, baci, e lacrime... momenti sublimi, in cui sembrava che il tempo fosse fermo, come se tutto intorno fosse una favola, come se ci conoscessimo da una vita, come se non ci fossimo mai lasciati, come se fossimo tutte sorelle...
Il tempo diventa incredibilmente breve, quando si sta bene!
Con la promessa di rivedersi ancora, Cokerina salutò le amiche, conservando nel suo cuore quelle splendide emozioni.
L'aiuto fondamentale di Sonya, l'amicizia nata in modo così naturale, e l'incredibile affiatamento con lei, il calore umano trasmesso da Lia e Alma, preziose consigliere di questa prima esperienza fieristica, la piacevole serata davanti a una pizza con MariaRita e suo marito Roberto, l'incontro speciale con tutte le amiche, resteranno per sempre nel cuore di Cockerina, che a volte sembra così burbera, a volte così birbona, ma in fondo in fondo, è una brava ragazza... ah ah!
Lunedi mattina, di buon'ora, Cockerina accompagnò l'amica Sonya, alla stazione di Milano... non sapendo quali e quante avventure l'attendevano al varco...
La parentesi della fiera era stata così entusiasmante e positiva, sotto ogni punto di vista... chi poteva mai immaginare che sarebbero ricominciati i guai??
Ebbene, la neve e il ghiaccio che imperversavano per tutta l'Italia, impedivano il regolare flusso dei treni, in  partenza e in arrivo!!
Fu così che, il treno che Sonya avrebbe dovuto prendere per Roma, giunse in stazione circa 30 minuti dopo il previsto... e il treno di Cockerina invece, non giunse mai...
Fu soppresso pure quello!!!
"Pensa positivo, pensa positivo, pensa positivo.... ce la posso fare... ce la DEVO fare!! Prima o poi troverò il modo per tornare a casa...." erano i pensieri che affollavano la mente della nostra Eroina.
"Qualcuno di Lassù" doveva aver ascoltato le preghiere, o meglio, le "imprecazioni" di Cockerina, che da brava barese, meridionale e "terrona", era perfettamente a conoscenza delle migliori espressioni di disappunto, adatte al caso, e che qui non riporto per rispetto ai lettori, e ai loro parenti defunti....
... e infatti, il treno che l'avrebbe riportata a casa, arrivò.... ben un'ora dopo!!!
La nostra amica, nonostante gli abiti avvolgenti e caldi, aveva le dita dei piedi surgelati, pronti per "un salto in padella", senza necessità di scongelare.... questo, grazie anche a quei "bravi signori" che avevano deciso di chiudere le sale d'aspetto della "Grande Stazione di Milano Centrale", proprio in questo periodo dell'anno, così disgraziatamente caratterizzato dall'evento straordinario della neve, caduta così copiosamente come non si vedeva da almeno trenta anni...
Finito lo "sproloquio da scaricatore di porto", che Cockerina aveva in mente ormai da un paio di ore, ella salì sul treno, fiduciosa e speranzosa che finalmente "l'incubo viaggio" sarebbe finito da lì a poco...
Macchè!!
Il treno partì con ulteriori 25 minuti di ritardo, e dopo un lungo...


noioso...


stressante...


estenuante viaggio...


durante il quale, ripetuti rallentamenti a causa della neve posatasi sui binari,


e sinistri stridii del ghiaccio che si spaccava sotto le ruote, incutevano il timore di passare la notte all'addiaccio,


se il convoglio fosse rimasto bloccato da qualche infausto ostacolo....


Ripetutamente, il capotreno si scusava per il disagio, e offriva ai passeggeri una busta con acqua e crackers....
No comment!
Per farla breve, Cockerina arrivò nella sua città natia (dopo 10 lunghe ore di viaggio, e con anche 2 ore di ritardo), dove ad accoglierla con le braccia spalancate, e il naso gelido, c'era il marito Franco, intirizzito pure lui dal freddo glaciale per la lunga attesa in stazione... ma il vergognoso ritardo, fece sì che essi persero la coincidenza col trenino che li avrebbe riportati al paesello!!
Così, poveretti, furono costretti a prendere quello successivo, un'ora dopo, ancora, tornando infine a casa alle 22.30....
I figlioletti erano tranquillamente addormentati nei loro lettini, con le gote rosse e i capelli arruffati.
Cockerina non se la sentì di svegliarli, e così diede loro solo un piccolo bacio della buonanotte....
Pensare positivo paga, alla fine.
Nonostante tutto, era riuscita a andare e tornare, da sola!
Aveva conosciuto persone speciali, indimenticabili.
Aveva avuto soddisfazioni economiche.
Aveva avuto sì, freddo ai piedi, ma il suo cuore era caldo, e gonfio di gioia...
Ce l'aveva fatta!! Non poteva essere più felice di così!!

Pensa positivo anche tu, e continua a seguire le avventure di Cockerina.
Nel prossimo post ci sarà un give away!!

23 commenti:

  1. Cara mia, ne vale SEMPRE la pena. Lasciarsi andare, avere fiducia in sè stessa, avere coraggio , PAGA !! appaga a noie ci rende sempre più forti e davvero i piedi congelati sono ben poca cosa. Un abbraccio, Rosanna
    PS certo che 10 ore ......

    RispondiElimina
  2. Certo che in pochi giorni te ne sono successe di tutti i colori!
    Ma alla fine la tua tenacia ha vinto. Brava!
    Ciao Faby

    RispondiElimina
  3. :-D
    Sembra uno di quei romanzi a puntate che pubblicavano un tempo sui quotidiani...
    Anche se tra le righe, si leggono le mille peripezie che siamo costretti a fare per trasformare i sogni in realtà, altro che romanzo!!!
    Qua e là sto vedendo le foto di tutte voi così felici e un po' mi fa soffrire non esserci stata però... sarà per l'anno prossimo (spero!)
    Un abbraccio grande,
    Flora

    RispondiElimina
  4. Che bella favola a lieto fine!Mi è sembrato di vedere un film!Brava sei stata coraggiosa!La neve del 2012 resterà nel tuo cuore insieme a tante altre emozioni!Baci,Rosetta

    RispondiElimina
  5. Caterina!!!! Volevo chiederti come era andata.... ora so tutto... e nonostante gli imprevisti sono contenta che sia stata un'esperienza positiva sotto tutti gli aspetti! Ma soprattutto volevo dirti che sono F E L I C I S S I M A di averti conosciuta, quel poco tempo è bastato per farmi capire che sei una persona speciale!
    ....bellissima??????... grazie! :)))))))
    Un abbraccio
    Luisa

    RispondiElimina
  6. Cara Cockerina ..letto tutta d un fiato la tua avventura ..!!!
    Mi sono emozionata!!
    Sento che l anno prossimo parto anch io ..e se non posso organizzo una fiera delle miniature qui dalle nostre parti =) ..!!!
    Un bacio
    elvira

    RispondiElimina
  7. ce la posso fare ce la devo fare....mi ricorderò di queste parole...complimenti per tutto te lo meriti...baci Rosy

    RispondiElimina
  8. Fantastico Caterina!!!
    Me ha encantado leerte que bien lo has esplicado !!! y saber de tus penurías pero al final has tenido una magnifica recompensa!!
    Nunca olvidaras esta primera vez!!!
    Me alegro muchísimo que las ventas fueran tan bien!!!
    Besos de las Malu´s.

    RispondiElimina
  9. Una bella avventura per il rientro... Ti capisco perché l'avventura del treno soppresso l'ho avuta anche io ma Roma è comunque più vicina. Alla fine però l'importante è tornare a casa e portare con sè tanti bei ricordi e la consapevolezza di essere riusciti a dare tutte se stesse. Sto restaurando le poche foto del cellulare e ve le mando. È stato un piacere conoscervi e darvi un volto. ;o)

    RispondiElimina
  10. ¡Jesús Caterina! Vaya viaje,no pongo en duda que estuvieras a punto de un ataque de nervios, el tiempo fué en tu contra,pero como dices, lo mejor fue el encuentro con amigas, y la experiencia por lo que cuentas , ha sido maravillosa.
    Besos
    Rosa

    RispondiElimina
  11. Viaje complicado con final feliz,
    gracias por tu relato, felicidades por esa feria, en verdad te las mereces

    RispondiElimina
  12. Congratulations Caterina!! You were VERY Brave! And you Succeeded! What a Triumph! and Such a Joy to connect with so many friends!
    But what Horrid weather! It seems You are having the Winter WE usually get!! Stay warm at Home!

    RispondiElimina
  13. Mamma mia che odissea! L'importante è che ti sia divertita e che abbia fatto una bella esperienza, le amicizie a cui ai dato un volto rimangono, le sensazioni sgradevoli si dimenticano in fretta. Come avrei voluto esserci anche io, solo a vedere tutti quegli oggetti deliziosi mi viene voglia di comprare tutto! Spero di poter visitare la fiera il prossimo anno, magari con un clima più benevolo.
    Baci

    RispondiElimina
  14. Ciao Caterina, grazie per gli auguri di compleanno!
    Ecco dove eri finita! comunque credo sia stata una esperienza bellissima ed entusiasmante, nonostante gli inconvenienti.
    seguirò volentieri le avventure di Cockerina.
    bacioni
    P.S. di queste avventure dovresti fare un libro in miniatura!!!!

    RispondiElimina
  15. Cara amica....da come sono entrata e ho iniziato a girare fra gli espositori....dicevo a Piero, mi raccomando se vedi "le minis di cockerina"....avvertimi subito!!!
    Che bello.... quando ho visto il vostro stand e ho capito che ormai era giunto il momento di conoscerci......ero emozionatissima, è stato bellissimo dare un volto alla mia prima follower, a chi mi ha incoraggiato e dato consigli in tante occasioni!!! Sei una persona speciale....sei una bellissima persona e sono felicissima di averti conosciuto prima virtualmente e ora dal "vero"!!!
    Un bacio gigante.
    Patrizia

    RispondiElimina
  16. Caterina!! Que aventura!!! Fico feliz que no final tudo tenha terminado bem, nada como chegar em casa e ver os filhos dormindo tranquilos, é o céu. Querida tem um prêmio para ti em meu blog. Um beijo em teu coração.

    RispondiElimina
  17. Ciao Caterina!
    What a amazing days you had!!!
    I went back to your fair photos many times! Surely you had a lot of fun!
    About the snow.. Well, I don't say anything...;DDDDDD
    But I really hope you did not catch a cold! Hugs, piikko

    RispondiElimina
  18. Il tuo racconto è bellissimo !!! Sappi che per me una delle cose più belle di Miniaturitalia di questo anno è stato poterti abbracciare stretta stretta :o)))
    un bacione
    Lisa

    RispondiElimina
  19. Mi sarebbe piaciuto tantissimo essere li con voi, e in un certo modo ci sono stata, la dolcissima Patty mi ha mandato le foto sul cellulare!
    Complimenti per le tue mini, immagino quante ore avrai impiegato a farle, ma il risultato è davvero ottimo!
    Grazie per queste foto, è bello poterti conoscere!
    Un bacio
    Mely

    RispondiElimina
  20. Ciao
    da Rosanna delle Miniature con un cuore, l'amica di Terry!
    Il tuo viaggio sembra l'Odissea, ma ne vale la pena per Miniaturitalia vero?
    Ciao ancora e...
    arrivederci!
    Rosanna

    RispondiElimina
  21. Me alegro de que lo pasarás tan bien en la feria, de alguna manera te compensó el mal viaje, no me extraña con tanta nieve y tu sola.
    Un abrazo

    RispondiElimina
  22. ..bello da leggere il tuo resoconto, ma senzadubbio, meno bello da vivere...
    Un abbraccio ♥
    Terry

    RispondiElimina
  23. Ahahahah!!! Non l'avevo mai letto il post! Ora potrai capire i miei timori col tempaccio di questi giorni! Oggi c'è un sole meraviglioso qui da me! Spero che vada tutto bene! Mi dispiace davvero non fare coppia con te, casalinga disperata in viaggio da sola! Se vuole Dio, il prossimo anno dobbiamo veramente fare il viaggio insieme! Buon divertimento! ;-)
    P.S. Pucce comprese!

    RispondiElimina

grazie del tuo commento!
thanks for your comment!
gracias por tu comentario!
Vielen Dank für Ihren Kommentar!
Kiitos kommentoida!
Merci pour votre commentaire!
Obrigado pelo seu comentário!

CIAO!!!!! :))
Caterina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.

Comment moderation has been enabled. All comments must be approved by the blog author.

La moderación de comentarios está habilitada. Todos los comentarios deben ser aprobados por el autor del blog.

che giorno è?

CHE TEMPO FA???

IL COMPLEANNO DEL MIO BLOG

IL MIO COMPLEANNO

DISCLAIMER

I miei lavori sono opera del mio ingegno e della mia creatività, dichiaro con la presente di non esercitare l’attività del commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale bensì di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alla discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98 il quale, viceversa, regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Con la presente dichiaro quindi, ai fini dell’applicazione dell’art. 4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo del 31 Marzo 1998 n. 114 di esporre e di porre in vendita, in maniera occasionale e saltuaria, prodotti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, che rientrano quindi nell’art. 4 comma 2 del D. Lgs 114/98 e non essere obbligata, di conseguenza, ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.

Molte delle immagini che vedete qui sono il risultato della mia creatività mentre quelle reperite da internet sono di proprietà dei rispettivi autori. L'utilizzo è a compendio del testo per una maggiore efficacia dell'informazione. Il link dove conosciuto è stato specificato (sia per le immagini che per i testi). Qualora qualche immagine dovesse involontariamente violare il copyright o l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente o aggiunto il giusto link di riferimento. L'e-mail è nel mio profilo.

The use of images in this pages is for a better comprehension of texts. All the images are a link. If any pictures are copyright protected, they will be deleted from my blog upon notification.