ciao!!

ciao!!

benvenuto nel mondo dei sogni..

tutti abbiamo un sogno!! il mio è quello di realizzare tutto (o quasi) quello che vedo nella realtà in scala 1:12!!

TU SEI IL VISITATORE NUMERO...

giovedì 29 marzo 2012

I GRANDI MAESTRI DELLA LIRICA

Una delle mie passioni, fin da ragazza, è il "melodramma", meglio conosciuto come "opera lirica".
Mio padre mi portava al Teatro Petruzzelli, a Bari, e io rimanevo affascinata dalle storie, prevalentemente drammatiche, e dalla musica con cui esse venivano rappresentate.
Racconti in musica, ispirati spesso da fatti storici realmente accaduti.
Ancora oggi, a casa, mi piace ascoltare questo genere di musica, magari mentre sto stirando...
Metto su un disco, mi immedesimo nei personaggi femminili, e piango... un pò come Julia Roberts nel film "Pretty woman".. ah ah!


Così, oggi mi sono dedicata all' opera lirica, creando alcuni oggetti in ricordo di due grandi Maestri della musica italiana del secolo scorso: Giuseppe Verdi, e Giacomo Puccini.

Giuseppe Fortunino Francesco Verdi (1813 - 1901) è stato un compositore italiano, autore di melodrammi che fanno parte del repertorio operistico dei teatri di tutto il mondo:  Rigoletto, Traviata, Othello, Aida, Nabucco, e molti altri.


Mi piacerebbe raccontarvi un sunto di ciascuna di queste opere, che conosco abbastanza bene, ma forse non rientrano nell'interesse generale tra i miniaturisti...


Così vi dico soltanto che tra queste, la mia preferita è senza ombra di dubbio Rigoletto, il dramma di un padre talmente geloso della sua unica figlia, che pur di risparmiarle una delusione d'amore, e non farle correre il pericolo di essere sedotta dal Duca di Mantova, alla fine della storia, per un odioso scherzo del destino, accidentalmente la uccide...
Spaventoso!!
Quella che state ascoltando è la romanza "caro nome" cantata da Gilda, la figlia di Rigoletto, quando si innamora del Duca, il quale si presenta a ella col falso nome "Gualtier Maldè".
Amo profondamente questa musica! La voce di lei, è così dolce...
Povera fanciulla, si emoziona al solo pensiero di rivedere quel giovane, e proprio a causa di lui, ella morirà...
Ecco, quindi, alcune locandine originali dell'epoca, risalenti alla seconda metà del 1800, delle opere di Verdi.


E ancora, fotografie del grande musicista, tra cui, se vedete bene, c'è anche una vecchia banconota italiana da mille lire (stampata fronte retro), in uso prima dell'avvento dell'euro, sulla quale c'è l'immagine del noto compositore...


... e spartiti musicali di due delle sue opere maggiori, Aida, e appunto, Rigoletto.


Vi racconto un aneddoto al riguardo di Aida...
Nel 1870, Ismail Pascià, principe d'Egitto, commissionò un inno a Verdi per celebrare l'apertura del Canale di Suez (1869), pagandolo 80.000 franchi, ma questi rifiutò, dicendo che non scriveva musica d'occasione.
Invece, quando venne l'invito di comporre un'opera per l'inaugurazione del nuovo teatro del Cairo, Vedi accettò. Così, scrisse l'Aida.
Tuttavia la prima dell'opera fu ritardata a causa della guerra franco-prussiana, dato che i costumi e le scene erano a Parigi, sotto assedio. 
Il teatro del Cairo s'inaugurò invece con Rigoletto. Quando finalmente la prima di Aida ebbe luogo, l'opera ottenne un enorme successo e ancora oggi, continua ad essere una delle opere liriche più famose.

Ho fatto la stessa ricerca anche su Giacomo Puccini, o meglio, Giacomo, Antonio, Domenico, Michele, Secondo, Maria, Puccini (1858 – 1924), considerato uno dei massimi operisti della storia.
Però, quanti nomi venivano dati ai bambini, nel secolo scorso!! ah ah!



Anche nel libro biografia di Puccini, scritto nel 1906, si raccontano le opere e la vita del Maestro, con le foto dei luoghi dove egli ha vissuto.


In Toscana, a Torre del Lago (una frazione di Viareggio), il luogo ideale per trovare l'ispirazione, guardando quelli che egli definiva "Tramonti lussuriosi e straordinari!".


Anche in questo caso, ho trovato spartiti musicali e foto autografate, che il compositore probabilmente regalava alle sue ammiratrici, essendo un bell'uomo e corteggiato per la sua fama.


Le opere di Puccini sono numerose, ma le più celebri sono probabilmente Manon Lescaut, La bohème, Tosca, Madama Butterfly, e tranne la gelida e crudele Turandot, erano donne di altri tempi, eroine che erano disposte anche a perdere la vita per amore...
Queste, sono le bellissime locandine in Art Nouveau, originali dell'epoca!!


Vedete la locandina della Turandot? Ebbene, è quella della prima rappresentazione dell'Opera, avvenuta alla Scala di Milano il 25 aprile 1926, sotto la direzione di Arturo Toscanini, il quale arrestò la rappresentazione a metà del terzo atto, ovvero dopo l'ultima pagina completata dall'autore, rivolgendosi al pubblico con queste parole: «Qui termina la rappresentazione perché a questo punto il Maestro è morto.»
C'è chi sostiene che Turandot rimase incompiuta non a causa dell'inesorabile progredire del male che affliggeva l'autore, bensì per l'incapacità di Puccini, di trasformare la principessa Turandot, algida e sanguinaria, in una donna innamorata.


La musica di Puccini è meno impetuosa e prorompente di quella del maestro Verdi, ma sicuramente più intimista, e romantica.
La mia preferita, tra quelle di Puccini, è sicuramente il coro muto della Madama Butterfly.
Così, se continuate a leggere il mio blog, per il piacere di ascoltarla, la lascio in sottofondo, sperando che possiate godere di queste note così dolci, immaginando di essere sedute in un palco al "Teatro alla Scala".
Visto? Vi porto pure a teatro, adesso!! ah ah!

Vedo bene queste mie "mini riproduzioni" in una casa vittoriana di fine secolo, nella stanza della musica.
Per chi fosse interessato, da oggi sono nel mio Etsy.
Grazie, per avuto la pazienza di leggere fino in fondo questo post.
Forse no è stato un argomento molto interessante per qualcuno, ma sappiate che io ho amato fare questi piccoli lavori, tanto quanto amo la musica lirica.
Alla prossima!

16 commenti:

  1. Olá Caterina,que coisas mais lindas, é tudo tão perfeito e tão bem acabado.... parabéns e beijos no coração.

    RispondiElimina
  2. que maravillas te felicto ¡¡¡
    besines

    RispondiElimina
  3. Sfortunatamente non conosco bene l'opera lirica, non sono mai riuscita a vederne una, mi sono solo letta le trame di molte opere e ascoltato alcune arie, ma so che non è la stessa cosa. LE tue minis sono perfette, e così piene di passione che si capisce che questo argomento ti affascina molto, e questo le rende ancora più preziose!

    RispondiElimina
  4. Me encanta el trabajo que has hecho con ese precioso libro, las partituras........genial!!!!
    besitos ascension

    RispondiElimina
  5. Felicidades son unos trabajos fantásticos!!
    Besitos

    RispondiElimina
  6. Per fortuna io sono tra quelli che si sono goduti la lettura del post, amando molto l'Opera italiana. Devo dire che da un punto di vista romantico, amo molto Puccini, per i libretti fantastici, ma musicalmente, Verdi è un mito assoluto. Perciò noto con piacere che hai dedicato ad entrambi le tue energie creative :-)
    Un caro abbraccio da una DHW (sono curiosa di vedere se indovini...)
    Flora

    RispondiElimina
  7. Abbiamo scoperto un'altra cosa della mitica Cockerina!!!!
    Sono bellissime queste mini....come sempre perfette!!!
    Un bacio Caterina
    Patrizia

    RispondiElimina
  8. Wow Caterina, the opera!!! I also like the opera music, when I am in the mood, not always. I have had the experience of being in the opera once. It was so impressive that I now have a wonderful memory of it.
    It is perfectly done, very beautiful miniatures.
    Hugs, Ilona

    RispondiElimina
  9. Great work Caterina! :-)

    Hugs Jollie

    RispondiElimina
  10. ciao !!!
    piccolo giro sul web...e non potevo lasciarti un saluto ed un abbraccio.
    Terry

    RispondiElimina
  11. Bellissime atmosfere passate che adoro e bellissimi lavori. Complimenti Caterina :o) A me piacciono entrambi i musicisti anche se di opera non me ne intendo molto queste arie sono indimenticabili. Baci :o))

    RispondiElimina
  12. complimenti Caterina, un lavoro meraviglioso! Ho la fortuna di avere a due passi La Scala e ogni tanto vado a vedere qualche opera ma tutto lì...non me ne intendo poi così bene! Comunque un lavoro stupendo.... come al solito!!!!
    Luisa

    RispondiElimina
  13. Madre mía que preciosidad de impresos y libros antiguos !!
    me encantan ,son perfectos !!
    Y no me parece nada fácil hacer un libro tan real como ese ,pero a ti te quedó divinamente !!
    Eres una artista Caterina !!
    felicidades guapísima !!


    ** . * . . . . * . * . Un besito
    .. * . (\ *** /) * . * cielo
    .* . * ( \(_)/ ) * * . que tengas
    .* . * (_ /|\ _) . * . un buen
    .* . * . /___\ * . . * dia

    RispondiElimina

grazie del tuo commento!
thanks for your comment!
gracias por tu comentario!
Vielen Dank für Ihren Kommentar!
Kiitos kommentoida!
Merci pour votre commentaire!
Obrigado pelo seu comentário!

CIAO!!!!! :))
Caterina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.

Comment moderation has been enabled. All comments must be approved by the blog author.

La moderación de comentarios está habilitada. Todos los comentarios deben ser aprobados por el autor del blog.

che giorno è?

CHE TEMPO FA???

IL COMPLEANNO DEL MIO BLOG

IL MIO COMPLEANNO

DISCLAIMER

I miei lavori sono opera del mio ingegno e della mia creatività, dichiaro con la presente di non esercitare l’attività del commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale bensì di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alla discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98 il quale, viceversa, regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Con la presente dichiaro quindi, ai fini dell’applicazione dell’art. 4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo del 31 Marzo 1998 n. 114 di esporre e di porre in vendita, in maniera occasionale e saltuaria, prodotti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, che rientrano quindi nell’art. 4 comma 2 del D. Lgs 114/98 e non essere obbligata, di conseguenza, ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.

Molte delle immagini che vedete qui sono il risultato della mia creatività mentre quelle reperite da internet sono di proprietà dei rispettivi autori. L'utilizzo è a compendio del testo per una maggiore efficacia dell'informazione. Il link dove conosciuto è stato specificato (sia per le immagini che per i testi). Qualora qualche immagine dovesse involontariamente violare il copyright o l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente o aggiunto il giusto link di riferimento. L'e-mail è nel mio profilo.

The use of images in this pages is for a better comprehension of texts. All the images are a link. If any pictures are copyright protected, they will be deleted from my blog upon notification.