ciao!!

ciao!!

benvenuto nel mondo dei sogni..

tutti abbiamo un sogno!! il mio è quello di realizzare tutto (o quasi) quello che vedo nella realtà in scala 1:12!!

TU SEI IL VISITATORE NUMERO...

sabato 30 giugno 2012

BUONE NOTIZIE!!

Ciao a tutti!
Come state?? Io sto boccheggiando, qui fa molto caldo, c'è afa, un clima torrido, e non si può stare per strada.
Preferisco stare in casa, al fresco, a mangiare il gelato, con le finestre chiuse e i ventilatori accesi...ah ah!!
....ma non è questo che volevo raccontarvi...
Così, vado subito al sodo.
Ho finalmente avuto il risultato dell'esame istologico...


NEGATIVO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Aaaaaaaahh!! Posso finalmente tirare un sospiro di sollievo!
Ho avuto davvero molta paura... fortunatamente le vostre preghiere hanno fatto effetto!!
GRAZIE!!!
Così, per premiare tutte le care amiche che hanno lasciato un commento di conforto e di sostegno, nei miei post, QUI e QUI, voglio fare un ulteriore sorteggio, che chiamerò "GIVE AWAY AMICIZIA".
La lista è già scritta, quindi non è valido aggiungere altri commenti adesso, solo per entrare.. ah ah ah!!
Come vedete, ho ripreso il mio abituale "umorismo sarcastico"...
Non ho ancora stabilito il premio, vuol dire che sarà una sorpresa. Spero sia gradita.
Saprete di più nel prossimo post.
Fino ad allora, ancora grazie a tutti per il vostro affetto!!
Baci, baci, baci, baci....

Naturalmente, per tutti gli altri seguaci, è ancora valido il give away di Pinocchio.
Ricordo che avete tempo fino al 16 luglio per iscrivervi!!

Nei giorni scorsi, ho ricevuto alcuni premi da care amiche, e le ringrazio di cuore!
Ma, chiedo sinceramente perdono, non ho il tempo per girarli, ho un sacco di arretrato da leggere...
E infatti, come il "Tico Tico" che state ascoltando, adesso la mia vita deve riprendere con ritmo incalzante, per recuperare tutti i ritardi dovuti al malumore di questi ultimi giorni.
Approfitto di questo post così allegro per dare un caloroso benvenuto a tutti i nuovi iscritti al blog:

Sirkku
eatcakeminiatures
Rose Fávero e Alessandra Scarpin
Karine L
ofelya
Rossy Murga
CorneliasMorsa
Lucy
Maja
maria l.
mbilla82
Chicca Tamburrino
Dolce Candy
A Magical Whimsy
simonagiveaway
Simona La Corte
Chiara :)
FRANCESCA SCIRPOLI
Fernanda Maria Ramos de Andrade Janiszewski
Fiona Pringlesv-belka
Bárbara Gutiérrez
Loredana
Jo

Spero vi troviate bene qui, nella mia casetta virtuale!!
Ma stavolta, invece che i soliti fiori, vi offro...


Con questo caldo, un bel bicchiere di limonata fresca ci sta bene, vero??
Alla prossima!


sabato 23 giugno 2012

PINOCCHIO GIVE AWAY!!


Tutti conoscono la storia del burattino che, dopo varie vicissitudini diventa un bambino vero ... non è vero?
Molti conoscono solo la versione del cartone animato prodotto da Walt Disney, nel 1940.
Ma non tutti sanno che gli sceneggiatori della Disney portarono diversi aggiustamenti alla storia originale, per adattarla meglio allo stile d'animazione e alle necessità.
La trama, infatti, si discosta spesso dal romanzo originale: per esempio il pescecane che inghiotte Pinocchio diventa una balena.
Questa scelta costò al film diverse critiche, soprattutto in Italia, patria del burattino.
Infatti, la storia è stata scritta da uno scrittore italiano!
"Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino" è un romanzo scritto da Carlo Collodi (pseudonimo dello scrittore Carlo Lorenzini) a Firenze nel 1881, e pubblicato nel 1883.


Il romanzo ha come protagonista un notissimo personaggio di finzione, appunto Pinocchio, che l'autore chiama impropriamente burattino, pur essendo morfologicamente più simile a una marionetta (corpo di legno, presenza di articolazioni) al centro di celeberrime avventure.
Nelle intenzioni di Carlo Collodi pare non vi fosse quella di creare un racconto per l'infanzia: nella prima versione, infatti, il burattino moriva impiccato a causa dei suoi innumerevoli errori.
Solo nelle versioni successive, pubblicate a puntate su un quotidiano (il "Giornale per bambini" a partire dal 7 luglio del 1881), la storia venne prolungata anche dopo la sequenza dell'impiccagione, giungendo al classico finale che oggi si conosce, con il burattino che assume le fattezze di un ragazzo in carne ed ossa.
Il calcolo delle copie vendute di Pinocchio in Italia e nel resto del mondo, è praticamente impossibile, anche perché i diritti d'autore sono scaduti nel 1940, e quindi a partire da quella data chiunque ha potuto riprodurre liberamente l'opera di Collodi.
Una ricerca degli anni settanta annoverava 220 traduzioni, in altrettante lingue.
Ciò significa che, all'epoca, si trattava del libro più tradotto e venduto della storia della letteratura italiana.
Una stima più recente fornita dalla "fondazione nazionale Carlo Collodi" alla fine degli anni novanta, e basata su fonti UNESCO, parla di oltre 240 traduzioni!


Benché sia stato scritto nel 1881, il romanzo è ambientato nel passato, presumibilmente all'epoca del Granducato di Toscana, come si può notare anche dai riferimenti ai quattrini, soldi, e zecchini d'oro, che vengono citati nella storia.
Alcune fonti ambientano le avventure di Pinocchio nella zona a nord di Firenze.
Al di là dell'apparente ottimismo pedagogico, il romanzo è in realtà tristemente ironico, a volte addirittura satirico, proprio con riferimento a quella pedagogia formale e, più in generale, contro alcune contraddizioni ed inadeguatezze dell'educazione, delle maniere e dell'istruzione Ottocentesche.
Alcuni commentatori effettivamente convengono che Pinocchio, piuttosto che una favola per ragazzi, sia in effetti un'allegoria della società moderna, uno sguardo impietoso sui contrasti tra rispettabilità e libero istinto, in un periodo (fine Ottocento) di grande severità nell'attenzione al formale.
Pinocchio, è un "eroe della fame" e la fame non appartiene solo ai bambini, tanto che lo stesso Geppetto ne soffre e ha messo sul focolare una pentola dipinta sul muro.


L'accoglienza riservata all'opera non fu immediatamente cordiale: l'allora imperante perbenismo, rappresentato dalla moderata critica letteraria allora avvezza a testi più borghesi, ne sconsigliò, addirittura, la lettura ai ragazzi "di buona famiglia" per i quali, taluno soggiunse, poteva trattarsi di una perniciosa potenziale fonte d'ispirazione.
Su tutt'altro versante, le istituzioni rabbrividirono nel vedere, per la prima volta, dei carabinieri coinvolti in un'opera di fantasia, e reagirono ricercando eventuali motivazioni per il sequestro del libro, scoprendo però che non ve ne era alcuna.
Come evidente, il libro incontrò invece un successo popolare di difficile paragone.
(testi tratti da Wikipedia)


Il film "Pinocchio" di Walt Disney vinse due premi Oscar, uno per migliore colonna sonora e l'altro per migliore canzone, la famosa "When You Wish upon a Star".
Ma in Italia, la storia di Pinocchio è legata a uno sceneggiato televisivo in 5 puntate, mandato in onda nel lontano 1972.
Ricordo con immenso piacere la colonna sonora, e per tutte le ragazze che lo hanno amato, come me, ho messo in sottofondo la sigla dello sceneggiato TV.


Ho riprodotto in scala 1:12 il libro "The Adventures of Pinocchio. The tale of a Puppet", completamente illustrato da Charles Folkard, nell'edizione del 1911.
Il mio libro ha 64 pagine, di cui 13 a colori, e molte altre in bianco e nero.
In scala 1:1, il libro originale è composto di molte più pagine, ma non potendo (per ovvi motivi di proporzioni) ridurle tutte, ho scelto le migliori per voi.
Il libro ha la copertina rigida originale ed è protetto con una sovraccoperta bianca, riproducendo così  fedelmente il libro originale, anche all'interno della copertina!
Ho fatto due copie di questo bellissimo mini libro.
Una copia di esse, è in vendita nel mio negozio.


L'altra copia, la voglio regalare a uno di voi, per festeggiare il mio compleanno, che cadrà il 14 luglio.
Per partecipare al sorteggio, niente indovinelli o giochini, questa volta! ah ah !
Dovete solo rispettare tre semplici regole:
1 - essere seguaci di questo blog (se non lo siete ancora, potete  iscrivervi adesso).
2 - lasciare un commento qui sotto.
3 - avere un indirizzo blog. Non saranno ammessi partecipanti anonimi.
Naturalmente, sarò contenta se pubblicherete il link sul vostro blog....
L'estrazione a sorte, fra tutti i partecipanti in regola, avverrà il 16 luglio.
Chi sarà il fortunato vincitore???

Per coloro che sono affettuosamente interessati al mio stato di salute, rassicuro che sto bene, ma che l'esito delle analisi cliniche ancora non lo conosco.
Vi terrò aggiornate appena possibile. Grazie!
Buona domenica!!

giovedì 21 giugno 2012

ALMANACCO

Incomincia l'estate, e l'avvicendarsi delle stagioni mi ha fatto venire in mente l'almanacco...
L'almanacco è una pubblicazione annuale simile al calendario ma con informazioni aggiuntive, come indicazioni astronomiche, come le ore della levata e del tramonto del Sole e della Luna, e le informazioni geografiche e statistiche.
La parola almanacco deriva dall'arabo المناخ al-manākh, "clima".
Al-manākh era il luogo dove i cammelli sostavano per effettuare lo scarico e il carico di merci e di rifornimenti.


Gli almanacchi più antichi risalgono al tardo Medioevo: davano notizie astronomiche, utili agli agricoltori ed ai naviganti, quali la posizione di stelle, pianeti e costellazioni visibili mese per mese, quindi l'alternarsi delle stagioni.
Successivamente comparvero altre notizie, per esempio quelle relative alle previsioni del tempo, agli accadimenti futuri, alle nascite, le morti ed i matrimoni avvenuti nelle famiglie reali, alle notizie sui prezzi dei raccolti e del bestiame, alle date ed ai luoghi dove si tenevano le Fiere, a rudimentali nozioni di medicina, alle notizie, ai resoconti ed ai racconti di fatti accaduti nel mondo e redatti in versione popolare.


Nel 1500 l'avvento della stampa favorì l'ulteriore successo degli almanacchi, in quanto rappresentava il principale, a volte l'unico, mezzo di diffusione culturale tra la popolazione contadina ed artigiana. 
Il 1700 si rivelò il secolo della massima voga degli almanacchi.
La pubblicazione delle effemeridi si rivelò un affare economico che i sovrani di Francia e di Inghilterra, che ne detenevano il monopolio, concessero solo ad editori debitamente autorizzati.


Alla successiva diffusione nei quartieri popolari e nelle campagne, provvedevano i venditori ambulanti che spesso ne facevano lettura nelle piazze ad un pubblico di analfabeti.


Famoso è l'almanacco di Nostradamus, "Centurie astrologiche", pubblicato nel 1550, perché ancora consultato da astrologi e veggenti.
Fra gli altri almanacchi più importanti, sono: 
- l'Almanacco di Gotha che, pubblicato in Germania, riporta dal 1763 gli alberi genealogici delle famiglie principesche e della nobiltà europea;
- l'Almanacco nautico, pubblicato dal 1766 in Inghilterra per astronomi e naviganti;
- l'Almanacco delle Muse, molto noto in Francia ed in Germania, in cui si pubblicavano rassegne letterarie di poesia; 
-" l'Almanacco del povero Riccardo" (1732), molto celebre negli Stati Uniti d'America, fondato e scritto per venticinque anni da Benjamin Franklin.
In epoca contemporanea, in Italia sono molto diffusi alcuni almanacchi fedeli alla tradizione popolare, come il Barbanera di Foligno.

La musica che ascoltate in sottofondo, non a caso, è la sigla di un noto programma televisivo della TV italiana, di qualche anno fa, intitolato "l'Almanacco del giorno dopo".
Le ragazze italiane della mia età sicuramente lo ricorderanno.
Il brano è intitolato "Chanson Balladee", e richiama alle melodie medioevali.
La cosa buffa è che se continuate ad ascoltare, sentirete anche la versione rock!! ah ah!


Ho riprodotto in scala 1:12 un almanacco risalente al 1893, illustrato dalla disegnatrice inglese Kate Greenaway (17 Marzo 1846 – 6 Novembre 1901).
I disegni all'interno sono molto belli, e rappresentano ciascun mese dell'anno, e le quattro stagioni.
Ho aggiunto un nastrino di organdis verde, come segnalibro.
Io trovo che darebbe un tocco realistico in una casa di bambole di stile vittoriano.
Qualora foste interessati, è in vendita nel mio negozio.

Colgo l'occasione per informare tutti voi, che nei prossimi giorni alcuni articoli presenti nel mio negozio saranno eliminati per decorrenza dei termini.
Si tratta dei cestini di Pasqua






e la ghirlanda.


Mancano solo due giorni alla scadenza, così ho ribassato il prezzo, e adesso sono in "offerta speciale".
Per chi volesse approfittarne, li trovate QUI
Grazie.

Ho ricevuto un dono molto gradito, da un'amica speciale d'oltreoceano.
Questo bellissimo arazzo ricamato a mano da Brae, si intona perfettamente con l'arredamento della mia baita...


E seppure le arance non siano esattamente il frutto tipico delle Dolomiti, il luogo dove idealmente è ambientata la mia casetta di montagna, penso che l'arazzo sia una stupenda nota di colore nel mio salotto...
Che ne pensate??


Grazie Brae, grazie di cuore!!!
e ... sì, temo proprio che dovrò allungare la parete...
..... ah! Dimenticavo!!!
Come promesso, ecco la cassapanca dei primi del 1900 che la mia mamma ha in casa.


Non è esattamente uguale alla mia, in scala 1:12, ma ci assomiglia molto, vero??
Il quadro con i nodi marinari, che vedete in alto, è quello al quale mi sono ispirata per fare il mio in miniatura...
Alla prossima!!

sabato 9 giugno 2012

UN REGALO INASPETTATO!!

Ieri ho avuto una piacevole sorpresa, da Melymel.
La nostra cara amica ha festeggiato il suo compleanno, e ha mandato un dono a qualcuna di noi.
Pensate, ella a noi, invece che il contrario!!!
Così ieri è arrivato il pacchetto. Guardate che meraviglia!!


Un cestino da picnic completo di tutti gli accessori per un pranzo "cheek to cheek".. ah ah!!
Mely ne ha fatti di .. tutti i colori, è il caso si dirlo!
Li vedete QUI.
Solitamente prediligo il rosso, ma questa volta mi sono innamorata dei piattini blu.
Sono bellissimi!!
Nel pacchetto, ho trovato anche una vecchia scatola di latta per biscotti, piena di bustine di semi di fiori.
Questi doni sono doppiamente preziosi perchè, come sapete, la nostra amica ha difficoltà a lavorare col braccio dolente, così ringrazio tantissimo Mely per questo regalo inaspettato!!

In questo periodo non ho molta voglia di fare minis, preferisco dedicarmi allo shopping, per stemperare la tensione...
Nei giorni scorsi ho fatto un paio di acquisti, e ho ricevuto oggi una bella credenza, per la cucina della mia baita.
Un modello insolito, del quale mi sono immediatamente innamorata!!


I piattini blu di Mely, sono sul secondo ripiano, insieme alla mia melagrana, e alle ciotole che mi ha regalato Rosanna...


Invece, sul primo ripiano, ho posizionato questo delizioso servizio di porcellana da caffè... Sì, avete capito bene, da caffè,  NON da thè.
Tutto è coordinato col piatto da portata che vedete in piedi, le tazzine sono piccolissime, e c'è sia il bricco del latte, che la minuscola zuccheriera!!!


Non sono ancora sicura di voler lasciare  la credenza di questo colore, così scuro.... magari la tingo di azzurro, e la decoro con i classici fiori tirolesi?
Questi seguenti, sono due esempi, in scala 1:1, di decoro Tirolese.
Un cassettone...


... e una cassapanca.


Vi piace? A me fa letteralmente impazzire, molto più dello shabby chic, tutto bianco!
Infine, ho finalmente trovato un divano per il mio salotto.
Era da un bel pò di tempo che cercavo, senza trovare nulla di convincente e abbastanza adatto all'arredamento di una baita di montagna.
Tutti divani soffici e a fiori... NO! Non erano per me...
Oppure graziosi, piccoli divanetti in stile francese, eleganti e bianchi... ma nemmeno questi si adattavano!!
Così, alla fine, ho optato per una semplice, rustica cassapanca di legno.
La seduta si apre, e può contenere chissà quali tesori...
Pensate che la mia mamma ne ha una in scala 1:1, uguale, uguale, risalente agli inizi del 1900.
Era di mia nonna! La prossima volta che vado a casa della mamma la fotografo, così vedrete.


I cuscini che vedete ai lati, sono ricamati a mano, e rappresentano un cervo e una lepre, che solitamente vivono nei boschi.... questa tonalità di verde mi piace molto.
Che dite, sta bene???
Anche questa panca andrebbe decorata con fiorellini, per vivacizzare un poco il colore del legno scuro. Vedremo...
E forse, dovrei anche allungare la parete dietro la panca.... ah ah!
Piano piano, cercando di non fare errori irreparabili, riuscirò nell'impresa.

Domani 10 giugno, è il mio 18° anniversario di matrimonio, ma è anche quello di Mari@...
AUGURI!!!
Per questo motivo, ho scelto la musica celestiale che ascoltate, si tratta di "Cheek to cheek" danzata magistralmente da Ginger Rogers e Fred Astaire.
Spero vi piaccia!
Con questo, vi saluto, e vi abbraccio virtualmente fino alla prossima!

sabato 2 giugno 2012

ECCOMI!!!

Non potevo stare lontana troppo a lungo...
Prima di tutto, ringrazio chi ha lasciato un commento al mio post precedente, e chi ha scritto una mail alla mia casella di posta.
Siete così dolci, amorevoli e affettuose... mi sono commossa a leggere le vostre parole... grazie di cuore a tutti!!


Il fatto è che sono stata operata all'utero, e mi sono stati "estirpati" un bel numero di polipi!!
Infidi, insidiosi, odiosi, che mi hanno procurato un preoccupante sfasamento del ciclo, con notevoli disagi... Va bene, non scendo in particolari che è una cosa troppo abominevole, ma cercate di capire la mia preoccupazione... tra donne ci si intende, vero?
Niente da fare, dovevo essere operata, senza possibilità di altra soluzione!!
Ero spaventata, debilitata e demoralizzata...
Inoltre, avevo una paura matta della anestesia totale, temevo di non dovermi svegliare più, non rivedere mai più i miei figli, non avere più tempo a disposizione per terminare i miei progetti, le "cose in sospeso", ricordate??
.... ma sarò scema?? ah ah!!
A volte le cose banali ti sembrano ostacoli insormontabili, quando hai paura.... e dover essere addormentata contro la mia volontà, senza sognare, senza avere la possibilità di scegliere, mi ha messo una angoscia che non potete immaginare!!
Mi dispiace molto avervi fatto stare in ansia, ma voi siete le sole amiche che ho, e io non posso fare a meno di condividere con voi, le mie gioie, ma anche i miei tormenti... Vi chiedo scusa!
Un ringraziamento particolare al medico ginecologo che mi ha operata, mi ha incoraggiata a fare l'intervento, e che mi ha rincuorata, al mio risveglio.... anche se egli non leggerà mai il mio blog... Grazie, dottor Totaro!!!

Ora sono ancora un poco debole, e non posso stare molto tempo seduta davanti al PC, ma approfitto di questa occasione per mostrare i fiori che ho ricevuto da Carmen, con la quale ho fatto uno swap poco prima di andare in ospedale.
Trovare il suo pacchetto nella cassetta della posta, è stato il "rientro a casa" più felice che io potessi immaginare.. ah ah!!


Non sono deliziosi???
Adoro i crochi e la lattina di latte con le margherite! Fanno bella mostra di sè, sul davanzale della mia baita, e anzi, la foto non rende loro giustizia, peccato...
Grazie Carmen, sei stata generosa e gentilissima!!!
Questi, invece, i doni che io ho mandato in cambio, su richiesta di Carmen.
Un paio di libri, a cui ho aggiunto un pò di lettere e cartoline... a dire il vero, mi sembra un pò poco, in confronto, ma spero che ella sia soddisfatta!


Anche con Doortje ho fatto uno scambio.
Ricordate i maglioni che mi ha donato tempo fa? Ecco i regali che ella ha ricevuto da me, posso finalmente mostrarli perchè anche Doortje ha pubblicato le foto sul suo blog.


Un pò di pannolini per il suo negozio di bebè, e un set di "vassoio e brocca" in stile shabby, con annesso un quadro decorato in oro, e infine, un libro per bambini.
Doortje mi ha scritto che è contenta!!

Bene, adesso devo solo aspettare due settimane, l'esito dell'esame istologico, e sperare che non ci sia nulla di sospetto...
Non posso trattenermi oltre, perchè a stare in piedi mi gira ancora un pò la testa, sono convalescente, ma come mi ha appena scritto Patrizia, noi donne siamo "toste" (forti), e supererò anche questo momento... anche grazie al vostro prezioso conforto!!
E a proposito di questo, per festeggiare il mio rientro a casa, sto organizzando un Giveaway... restate in contatto!!!
... Ah! perdonate se insisto con questa canzone, ma è davvero troppo bella, e oggi, mi sembra di riuscire a sorridere un poco più serenamente...

Ecco il testo, di Charlie Chaplin:


Smile

Smile though your heart is aching
Smile even though it's breaking
When there are clouds in the sky, you'll get by
If you smile through your fear and sorrow
Smile and maybe tomorrow
You'll see the sun come shining through for you

Light up your face with gladness
Hide every trace of sadness
Although a tear may be ever so near
That's the time you must keep on trying
Smile, what's the use of crying?
You'll find that life is still worthwhile
If you just smile.


Sorridi

Sorridi, anche se il tuo cuore soffre
Sorridi, anche se si sta spezzando
Quando ci sono nuvole nel cielo,
"Non ci penserai".
Se sorridi
Attraverso la tua paura ed il tuo dolore
Sorridi e forse domani
vedrai il sole levarsi e splendere
Per te.

Illumina il tuo volto con la gioia
Nascondi ogni traccia di tristezza.
Anche se una lacrima
potrebbe essere sempre così vicina
Questo è il tempo in cui devi continuare a tentare,
Sorridi, che senso ha piangere?
Scoprirai che vale ancora la pena di vivere
Se solo sorridi.



Un affettuoso, quanto mai riconoscente, abbraccio a tutti!!


che giorno è?

CHE TEMPO FA???

IL COMPLEANNO DEL MIO BLOG

IL MIO COMPLEANNO

DISCLAIMER

I miei lavori sono opera del mio ingegno e della mia creatività, dichiaro con la presente di non esercitare l’attività del commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale bensì di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alla discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98 il quale, viceversa, regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa. Con la presente dichiaro quindi, ai fini dell’applicazione dell’art. 4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo del 31 Marzo 1998 n. 114 di esporre e di porre in vendita, in maniera occasionale e saltuaria, prodotti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, che rientrano quindi nell’art. 4 comma 2 del D. Lgs 114/98 e non essere obbligata, di conseguenza, ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.

Molte delle immagini che vedete qui sono il risultato della mia creatività mentre quelle reperite da internet sono di proprietà dei rispettivi autori. L'utilizzo è a compendio del testo per una maggiore efficacia dell'informazione. Il link dove conosciuto è stato specificato (sia per le immagini che per i testi). Qualora qualche immagine dovesse involontariamente violare il copyright o l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente o aggiunto il giusto link di riferimento. L'e-mail è nel mio profilo.

The use of images in this pages is for a better comprehension of texts. All the images are a link. If any pictures are copyright protected, they will be deleted from my blog upon notification.